Le fiabe di Ginzo Robiginz | audiolibri per grandi e piccini

on
0

Le fiabe di Ginzo Robiginz | audiolibri per grandi e piccini

 
Dinanzi al computer vagando per le possibilità infinite e le inutilità che spesso ci trattengono per ore davanti uno schermo, sono inciampata quasi per caso in “Ginzo Robiginz”. Questo impalpabile personaggio mi si è presentato solo con la sua voce narrandomi di tesori e giganti. Il suo timbro mi è divenuto immediatamente familiare ed ho approfondito al sua conoscenza. Parlo di LibroAudio, il sito su cui si possono ascoltare e scaricare gratuitamente i libri sonori letti dal nostro Ginzo. Storie ed emozioni musicate e libere di essere “origliate” da chi non ha la possibilità di leggerle. I classici pronti per essere “divorati” dalle orecchie di grandi e piccini. Ho consigliato questa pagina a tante amiche divenute mamme ed anche a chi certe storie ha sempre voluto conoscerle ma non ha mai preso in mano le pagine e tutti ne sono stati entusiasti. Per di più Ginzo dal suo regno nella “rete” consiglia parla di soldi solo nell’invitarci tutti a donarli alle associazioni adatte allo scopo. Questa purezza mi ha portato a cercare Ginzo ed a fargli alcune domande. Vi “regalo” il risultato.
 
Chi è Ginzo Robiginz?
Sono una persona che registra audiolibri e li regala a chi non riesce a leggere da solo.
Non volendo mettermi in mostra uso un nome di fantasia, che avevo inventato da bambino.
 
Quando è iniziato il suo progetto?
Nel 2007. Prima ero donatore di voce per il “Centro del Libro Parlato Adriano Sernagiotto di Feltre”. Successivamente ho deciso di realizzare un piccolo portale, con l’obiettivo di raggiungere più persone. Ad oggi Libroaudio.it è stato raggiunto da più di 200.000 ascoltatori, da oltre 130 paesi.
 
A chi si ispira?
A mio padre. Quando era ragazzo si arrampicò sull’albero della cuccagna e non sapendo come funzionasse staccò tutti i regali e li tirò alla gente che stava sotto a guardare.
 
Quale è il suo scopo?
Gettare regali dall’albero della cuccagna. Far trascorrere del tempo piacevole a bambini che non stanno bene, o semplicemente avvicinarli alla lettura. Finché il download di un audiolibro continuerà a costare 17 euro non smetterò.
 
Quali audiolibri ci attendono?
Tom Sawyer, che ho tradotto e sto registrando. Poi vorrei passare a Zanna Bianca, di Jack London.
 
Sia la voce che i suoni che le musiche sono di Ginzo Robiginz?
Il lavoro è tutto mio. Ogni tanto mi avvalgo di contributi esterni, specie quando il personaggio è una bambina.
 
In quanto tempo si realizza un audiolibro?
Dipende dall’impegno. Trattandosi di un lavoro che svolgo nei ritagli di tempo può prendere anche diversi mesi.
 
Chi sostiene Ginzo Robiginz?
Nessuno, ho un mio lavoro.
 
Cosa si aspetta Ginzo Robiginz dal futuro?
Di far ridere più bambini possibile, tanto da fargli amare la lettura. Un bambino che si abitua a leggere sarà un adulto che non potrà mai fare a meno di usare il cervello.
 
Che storie stupivano Ginzo Robiginz da piccolo?
Ero affascinato dagli antichi: egiziani, greci e romani. Ulisse era il mio eroe.
 
Ginzo Robiginz svelerà mai la sua identità?
Credo proprio che non interessi a nessuno.
 
Da dove nasce “Le straordinarie avventure di Fulvia Bianchi, una pecorella smarrita a Venezia”?
Avevo voglia di far divertire mia figlia.
 
Ci saranno anche altre nuove storie scritte da Ginzo Robiginz?
Vorrei proprio, ma non so se ne sarò capace. Proverò.
 
Ed ora non hai voglia di ascoltare una storia?
 
 
 
 
 
 
Writer /// Roberta Feoli
 
Il tuo voto: Nessuno Media: 4.5 (4 voti)