Corrispondenza privata | La ricetta per la lettera perfetta.

on
0

Corrispondenza privata | La ricetta per la lettera perfetta.

Ricetta per la lettera perfetta.
Ingredienti:
 -dei fogli di carta vari a piacere;
 -una penna del colore che preferite;
-un francobollo.
Procedimento:
-scrivete la data in alto a destra;
-scegliete con cura le parole che dovete indirizzare al destinatario;
-se sono sbagliate, cancellate, riflettete e provate di nuovo;
-impreziosite spargendo la punteggiatura q.b.;
-decorate con tocchi personali;
-sigillate con un bacio (in caso di lettera d’amore);
-impregnate di veleno se indirizzata al vostro peggior nemico (in  casi estremi, s’intende);
-firmatela, se intendete rivelare la vostra identità.

L’attesa della risposta può indurre in trepidazioni, paranoia, attacchi di nervosismo e episodi di allucinazioni nel vedere il postino arrivare.
Non molto tempo fa, si comunicava attraverso le lettere. Si dice che dopo la lunga attesa, quando la lettera era finalmente giunta a destinazione si era incerti, titubanti, non si voleva disfare la busta perché la magia, una volta aperta, sarebbe svanita. Invece non era così: le lettere si potevano conservare, leggere e rileggere e interpretare in maniera personale, fingendo di recitarle a mente con la voce di chi le aveva mandate.
Per coloro che, come me, soffrono della sindrome di carta e penna, fan degli sport scrittori  e inguaribili romantici, c’è la possibilità di rivivere il fascino discreto del genere epistolare visitando la mostra di Mario Schifano, intitolata “Corrispondenza privata”, allestita alla galleria d’arte moderna e contemporanea La Nuvola, a Roma.
Le opere sono presentate secondo l’originale prospettiva dell’artista, inedita e raffinata. Oltre 150 buste di carta affrancate, che Mario Schifano ha trattato come tele, creando delle opere in miniatura. Veri e propri interventi artistici trasformano le buste postali in suggestivi  paesaggi saturi di colori accesi e vivaci. Questi “oggetti”, banali per qualcuno, sono ora al centro di una mostra che rende loro giustizia, innalzandone il potenziale creativo. Un pop romantico che prosegue secondo il tema conduttore del paesaggio, in tutte le sue sfaccettature. La sua abilità sta nel tradurre in immagine ciascun messaggio racchiuso nelle storie, ricevute o spedite che fossero, rendendole uniche e personali. Mario Schifano è riuscito, insomma, ad insaporire ancora di più la ricetta della lettera perfetta con un ingrediente assolutamente speciale: l'arte.
 


In allestimento fino al 31 gennaio 2013
A cura di Andrea Tugnoli
Galleria La Nuvola
Via Margutta 51/a; 62/a
Roma


Writer /// Valentina Messina
Illustration /// Alessio Rotulo
 
Il tuo voto: Nessuno Media: 5 (1 vote)