365 | WATT

on
0

365 | WATT

Indipendente e autoprodotto. Non è un libro, e neppure una rivista. Anche se ha l’abitudine di tornare in libreria cambiando la copertina e non il titolo. Il suo nome è Watt. Di cosa parli non è dato saperlo, non prima di averlo letto. Vi basti sapere che contiene racconti e illustrazioni inedite. Che offre spazio e inchiostro a giovani artisti e scrittori italiani. Senza, però, rendere la "novità" una questione anagrafica; né l’estetica una questione decorativa. Non ha una carta d’identità. Ma un’identità sì e ben riconoscibile, anche  grazie alla carta che indossa (purissima 170 gr). Watt è un progetto editoriale nato, esattamente un anno fa, dalla collaborazione tra il talent scout del racconto breve made in italy Leonardo Luccone (Oblique Studio) e Maurizio Ceccato (definito da molti nientemeno che il "nuovo Bruno Munari"). Investire nella carta di qualità, proprio mentre impazza la moda dell’e-book, è da passatisti? No, semmai da futuristi! Watt è «l’eterna velocità onnipresente» del manifesto marinettiano, citato non a caso da un ospite illustre del Numero 0 della rivista: Pablo Echaurren, autore del racconto Marinetti was a Punk Rocker, scritto all’interno di una cornice ovale, quasi un calligramme in stile Apollinaire. Ma con una novità rispetto al poeta francese: oltre al bianco e al nero, qui compare anche il rosso. Il “terzo colore”, segno distintivo di ogni numero di Watt. E nel  Numero 0.5, da poco in libreria, il rosso è sostituito dal suo colore complementare: uno splendido ciano. Per i suoi 365 giorni di energia, Watt si trasforma quindi in «un oceano, un mare». Ma con «nessun marinaio», promettono i titoli di copertina.  E se anche voi vi sentite scossi dall’elettricità di Luccone e Ceccato, non restate lì fermi, in posa, come in una vecchia foto in bianco e nero. Se siete a Torino, stasera, indossate un tocco di cyan e non perdetevi la festa di Watt. Alla Luna's Torta, via Belfiore 50/E, dalle ore 21.
 
 
 
 
Guest writer /// Antonella Scarfò
Illustration /// Giada Fiorindi
Il tuo voto: Nessuno Media: 5 (3 voti)